I Radicali Liberi

Si definisce radicale o radicale libero una specie chimica costituita da un atomo o una molecola che presenta un elettrone spaiato, ovvero non utilizzato per formare un legame.

Un elettrone in questa configurazione rende il radicale estremamente reattivo, in grado di sottrarre un elettrone ad altre molecole vicine, con il risultato di rompere e formare nuovi legami, con la possibilità di creare una reazione a catena.

 

In fisiologia i radicali liberi sono uno dei meccanismi di danno cellulare più importante.

All'interno del nostro organismo i radicali liberi reagiscono facilmente con una qualsiasi molecola si trovi in loro prossimità (carboidrati, lipidi, proteine, acidi nucleici) danneggiandola e spesso compromettendone la funzione. Inoltre, reagendo con altre molecole, hanno la capacità di autopropagarsi trasformando i loro bersagli in radicali liberi e scatenando così reazioni a catena che possono provocare estesi danni nella cellula.

In condizioni normali, ciascuna cellula produce radicali liberi tramite vari processi, come reazioni enzimatiche (ad esempio la xantina ossidasi o la NO sintasi), fosforilazione ossidativa, difesa immunitaria (granulociti neutrofili e macrofagi).

Piccole quantità di radicali liberi sono tollerate e vengono inattivate da sistemi enzimatici come il glutatione ed altri sistemi antiossidanti natuarlmente presenti nell'organismo. Tuttavia quando la produzione di radicali liberi è eccessiva si genera ciò che viene chiamato stress ossidativo. I sistemi enzimatici e gli antiossidanti intracellulari non riescono più a far fronte alla sovraproduzione e i radicali liberi generano danno cellulare che può anche essere irreversibile, con conseguente morte cellulare per apoptosi o per necrosi. Lo stress ossidativo è imputato quale causa o concausa di patologie quali il cancro, l'invecchiamento cellulare e malattie degenerative.



Effetti dei radicali liberi

I radicali liberi tendono a danneggiare particolarmente tre componenti della cellula: i lipidi, le proteine e gli acidi nucleici.