Il Processo Integrale™

La salvaguardia ambientale ha sempre rivestito un'importanza fondamentale nella visione di CREAGRI®. Dieci anni fa, CREAGRI® ha ideato il Processo Integrale™, un metodo tramite il quale le acque di vegetazione delle olive vengono convertite in un ingrediente prezioso.

L'idea del processo scaturisce dall'esigenza di lavorare le olive in modo maggiormente ecosostenibile e di eliminare le sostanze nocive per l'ambiente presenti nell'acqua di lavorazione residua. Nell'ambito del processo, CREAGRI® ha introdotto un nuovo standard di coltivazione e raccolta delle olive, adottato ormai da agricoltori di tutto il mondo.

Scopo di CREAGRI® è la produzione di una sostanza totalmente naturale e completamente genuina – infatti CREAGRI® usa solo olive biologiche coltivate nel proprio oliveto in California – per creare HIDROX®.

Il processo Integrale™ è completamente naturale e non comporta l'utilizzo di alcun solvente chimico per l'estrazione dei composti naturali presenti nelle olive. 

Descrizione:

Il processo Integrale™, sviluppato dal Dr. Roberto Crea e da altri scienziati italiani, rappresenta un notevole punto di svolta nella lavorazione delle olive. Tradizionalmente, la produzione dell'olio di oliva comporta lo schiacciamento delle olive, noccioli compresi, per ottenere una pasta densa, la quale viene sottoposta a pressione meccanica per estrarre la parte oleosa. L’estrazione produce olio d'oliva, e una frazione acquosa, nota come "acqua di vegetazione", poiché la polpa delle olive è composta per circa il 50% di acqua. I polifenoli derivati dalla polpa delle olive hanno dimostrato notevoli vantaggi per la salute umana, mentre quelli provenienti dai noccioli mostrano scarse proprietà e vengono considerati inquinanti. Pertanto, fino ad ora, l'acqua di vegetazione  che comprendeva entrambe le frazioni, veniva ritenuta un prodotto di scarto da trattare ed eliminare adeguatamente.

 

Il processo Integrale™, invece, rivoluziona completamente il trattamento delle olive a partire dalla rimozione dei noccioli prima della pressatura, in maniera tale da separare i polifenoli antiossidanti quali idrossitirosolo e oleuropeina da quelli presenti nei noccioli, privi di benefici per la salute.

 

Nella seconda fase del processo, l'acqua di vegetazione viene trattata aggiungendo acido citrico (1%), procedura che protegge dall'ossidazione dovuta all’aria la frazione fenolica e comporta il rilascio dell'idrossitirosolo dal suo precursore oleuropeina e dalle altre molecole di grandi dimensioni presenti. Il liquido così ottenuto viene quindi formulato per ottenere Hidrox®, il componente attivo di Olivenol Plus.

 

Il processo Integrale™ non si limita a offrire benefici per la salute, ma risulta anche uno strumento di protezione dell’ambiente. Infatti l'acqua di vegetazione viene considerato un vero e proprio "prodotto di scarto" da trattare con costi notevoli. In Italia soltanto, la molitura delle olive produce oltre 800.000 tonnellate di acque reflue, la cui eliminazione costituisce un grave problema economico ed ambientale. L'Unione Europea ritiene tuttora che le acque reflue prodotte durante la molitura delle olive costituiscano uno dei principali inquinanti ambientali.

 

Grazie al processo Integrale, ciò che prima era materiale da smaltire viene trasformato in un ingrediente benefico per la salute. 

Il processo Integrale™ è coperto da numerosi brevetti a livello mondiale.